CHI SIAMOSOSTIENI APPASSIONATA5 X MILLEARCHIVIO STAGIONIRASSEGNE STAMPACONTATTI e NEWSLETTER

Astra Lanz con Nahars Piano Trio e Cristiano Schiavolini
Astra Lanz con Nahars Piano Trio e Cristiano Schiavolini

"GIUS(TO)BORGES"
Allo specchio dello specchio

Testi di Jorge Luis Borges

lunedì 14 giugno 2021 - ore 20:00


Orto dei Pensatori – Via Illuminati – MACERATA

Jorge Luis Borges
testi

Astra Lanz
narrazione

Biancamaria Rapaccini
violino

Alessandra Montani
violoncello

Irene Franceschini
pianoforte

Cristiano Schiavolini
illustrazioni

Biglietto unico 10 euro

Ridotto* 5 euro.
Presso la Biglietteria dei Teatri di Piazza Mazzini a Macerata (aperta dal martedì al sabato con orario 09:00-12:00 - Tel. 0733 230735 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Botteghino attivo il giorno del concerto un'ora prima dell'inizio dello spettacolo, all'ingresso dell'Orto dei Pensatori in Via Illuminati.
È sempre possibile sottoscrivere la tessera associativa ad Appassionata o la Marche Concerti Card per acquistare i biglietti della stagione a prezzo ridotto. Per info Segreteria di Appassionata (Tel. 0733 230777 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

* Riduzioni
Soci Appassionata - Marche Concerti Card
Accompagnatori studenti - Docenti e PTA UNIMC
Docenti Istituto Confucio - Studenti delle scuole di ogni ordine e grado
Studenti UNIMC - ABAMC e Istituto Confucio
18app - Carta Docenti

    

"GIUS(TO)BORGES"
Allo specchio dello specchio


Lo studio sui testi di Jorge Luis Borges, i continui rimandi del poeta ad altre culture, ad altri autori, storie, racconti, mitologie e considerazioni che aprono e lasciano aperte domande, può essere paragonato ad un Viaggio. Più si procede più la vastità dell’universo di Borges appare, come tale, infinita. La sensazione ad ogni passo è ancora quella che ci sarà sempre qualcosa che sfugge oltre quello che si intravede come orizzonte. La collaborazione tra Astra Lanz e Cristiano Schiavolini che ha realizzato le illustrazioni, la scultura del Minotauro e alcuni elementi di scena; l’incontro con Nahars Piano Trio che con musiche tratte dal repertorio argentino accompagnano, sostengono e reinterpretano i testi; l’intesa che si crea nella contaminazione di differenti codici espressivi ci possono dare nuova conferma che è proprio in quell’oltre l’orizzonte dell’afferrabile, del concepibile che abbiamo il privilegio di intuire la bellezza in ciò che prende il nome di Poesia, Musica, Arte... Lo spettacolo si propone come un dialogo tra l’attrice, le musiciste e il pubblico; le 19 tavole dell’artista e scenografo Cristiano Schiavolini illustrano lo spettacolo, quasi come in un kamishibai, dove le immagini che accompagnano le poesie vengono sfogliate, come pagine di un libro, formando una parabola che tocca alcune delle tematiche ricorrenti del poeta.

Dedicato alla memoria di Rodolfo Craia a un anno dalla scomparsa



 

Astra Lanz

Attrice di teatro e cinema, si forma presso il Lee Strasberg Theatre & Film Institute di New York. Frequenta laboratori di alta specializzazione con Anna Strasberg, Mauro Avogadro, Valerio Binasco, Mamadou Dioumè, Ives Lebreton, Malou Airaudo. Frequenta corsi di danza classica con insegnanti diplomati alla Royal Academy di Londra. Interpreta Suor Maria in Don Matteo dalla 6° alla 12° stagione. Recita in numerosi spettacoli teatrali tra i quali: Hedda Gabler e La conferenza degli uccelli con la regia di Reza Keradman; Il gabbiano, Il Giardino dei ciliegi, Morire o no, Moravia, La locandiera con la regia di Giancalo Nanni; Zio Vanja con la regia di Valentino Orfeo; Lear di Eduard Bond e Cardiff East di Peter Gill con la regia di Tim Stark; Mostro di Duncan Macmillancon la regia di Massimiliano Farau Lavora come attrice e marionettista per quattro intere stagioni al Teatro delle Marionette di Gianni e Cosetta Colla a Milano. È autrice e attrice La cerimonia, liberamente ispirato al celebre testo di Jean Genet, che mette in scena al TeatroCineFestival di Calcata (VT) e al SalaUnoTeatro di Roma. Tra gli ultimi spettacoli realizzati vi sono: Camille, tratto dalle lettere di Camille Claudel, e Soltanto quel che arde di Christiane Singer. Inoltre tiene laboratori teatrali (anche in carcere) e ha fondato la compagnia teatrale AGHARTI formatasi in seguito ai laboratori che tiene a Chiavenna.

 


 

Nahars Piano Trio

Dall’originario nome della città da cui le tre musiciste provengono, Terni. Molto altro naturalmente le accomuna. Il sodalizio nasce infatti nel 1995 e fin dal principio si fonda sulla loro forte affinità di intenti artistico-musicali. Negli anni il trio riceve riconoscimenti in concorsi, si perfeziona presso l’Accademia di Imola, suona per associazioni concertistiche italiane di rilievo presentando anche prime esecuzioni di compositori contemporanei quali Silvia Colasanti, Enrico Marocchini, Guido Baggiani, Antonio D’Antò. Dopo qualche anno di pausa tornano a suonare insieme con sempre maggiore amore per la musica da camera, rafforzate dalla amicizia profonda, dalle successive esperienze artistiche individuali (Biancamaria e Alessandra per 15 anni nel Quartetto di Roma) che le hanno portate ad esibirsi in Germania, Spagna, Olanda, Russia, Stati Uniti e Giappone, dall’impegno nell’attività didattica e non ultimo dalla comune convinzione della inestimabile ricchezza che la musica può regalare.

 


 

Biancamaria Rapaccini

Si è diplomata in violino con il massimo dei voti presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma sotto la guida di Umberto Spiga, vincendo il premio “A. Marchi” destinato dal Conservatorio al migliore diplomato del 1989. Si è perfezionata in violino e Quartetto con P. Vernikov, E. Chugajeva, Piero Farulli ,R. Hillyer e S. Harada. Fondatrice con Marco Fiorini del Quartetto di Roma(quartetto d’archi)nel 1995, subito premiato al Concorso Internazionale di Trapani, ha svolto e svolge tuttora un’intensa attività concertistica in Italia, Spagna, Olanda, Austria, Norvegia, Turchia, Singapore, Stati Uniti e soprattutto in Germania. Con questo ensemble ha effettuato registrazioni per la RAI , la Radio Nazionale Spagnola, la Bayerischer Rundfunk di Monaco , la Deutsche Radio di Berlino e ha inciso per Bottega Discantica, Naxos e Brilliant Classics. Nell’Aprile 2008 è stata invitata con il Quartetto a tenere master classes di violino e musica da camera presso l’Accademia di Belle arti Nanyang di Singapore, tenendo anche un recital nella Lee Foundation hall della città. Sempre con il Quartetto è recentemente stata invitata a tenere master class di musica da camera presso la Washington University di Seattle. Di rilievo i concerti tenuti con il Quartetto presso la prestigiosa sala della Philarmonie di Berlino e il concerto presso il Palacio Real di Madrid suonando gli Stradivari della collezione del Museo Real. Ha collaborato con l’Orchestra Nazionale Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra de “I Pomeriggi di Milano”e l’Orchestra da Camera di Mantova. All’attività concertistica affianca quella didattica e attualmente è docente di Musica d’insieme per strumenti ad arco presso il Conservatorio di Sassari.

 


 

Alessandra Montani

Si diploma in violoncello nel 1996 con il massimo dei voti presso voti presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia sotto la guida di F. Pepicelli. Nel 2007 consegue il diploma accademico di II livello presso l’ I.S.S.M. “G. Briccialdi” di Terni ottenendo la massima votazione e la Lode e nel 2010 consegue il diploma abilitante all’insegnamento presso l’Istituto “G. Braga” di Teramo con il massimo dei voti. Si è perfezionata con M. Brunello, M. Chen, G. Nasillo per il violoncello barocco. Ha collaborato con vari ensembles ed orchestre tra i quali i Solisti Aquilani e l’Orchestra Regionale del Lazio in qualità di concertino. Nel 2003 entra a far parte del Quartetto di Roma con il quale è più volte invitata in festivals e stagioni concertistiche internazionali in Italia, Spagna, Belgio, Algeria, Norvegia, Olanda, Germania, Singapore, Usa effettuando concerti e masterclass presso la Stanford University di San Francisco e la Washington State University. Con il quartetto si è esibita anche in diretta Euroradio dal Quirinale, presso la Filarmonica di Berlino e di Valencia, presso il Palacio Réal di Madrid sul celebre violoncello Stradivari della collezione reale e ha inciso 8 cd per Bottega Discantica, Naxos, Bayerische Rundfunkt di Monaco, Radio 3. Socia fondatrice dal 2000 di Accademia “W. Hermans”, con questo ensemble barocco su strumenti originali si è esibita in molte tra le più importanti stagioni e festivals di musica antica in Italia, Spagna, in Portogallo, Olanda, Finlandia, Germania, Serbia, Svizzera, Inghilterra, Russia, Estonia, più volte in Usa, Canada, Giappone, Messico e ha inciso 16 cds per Bottega Discantica, Brilliant Classic e Glossa. È attualmente docente di violoncello presso il liceo musicale “Angeloni” di Terni.

 


 

Irene Franceschini

Si diploma in pianoforte con il massimo dei voti , la lode e la menzione d’onore sotto la guida del M° E. Maestosi per poi laurearsi cum laude in Lettere e Filosofia presso l’Università La Sapienza di Roma discutendo la tesi in storia della musica sul repertorio pianistico di Rossini. Hanno contribuito alla sua formazione Joacquin Achucarro presso l’Accademia Chigiana di Siena, Oxana Yablonskaja presso il Summit Music Festival di New York, Paul Badura Skoda e Massimiliano Damerini. Fin da giovanissima ama privilegiare l’attività cameristica, passione alimentata anche dagli importanti incontri con i maestri Dario De Rosa e il Trio di Trieste (Scuola Superiore di musica da camera di Duino) e PierNarciso Masi (Accademia di Imola). Vincitrice di borse di studio e concorsi, tiene recitals per importanti associazioni in Italia ed all’estero collaborando in particolare nel repertorio con il clarinetto, il violino e il trio con archi. È docente di pianoforte e storia della musica presso il Liceo Musicale di Terni.

 


 

Cristiano Schiavolini

Nasce a Città di Castello (PG) il 22 aprile del 1970. Fin da piccolo dimostra molto interesse per le arti visive, tale passione lo porterà a diplomarsi presso l’Istituto D’Arte di Sansepolcro nel 1990 e poi alla Laurea in scenografia teatrale presso l’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia nel 1994. Dal 1992 al 2010 partecipa a numerose mostre collettive e inizia a pubblicare diverse illustrazioni editoriali. L’illustrazione è diventata nel corso degli anni la principale passione, alternandosi con interventi scenografici per teatro per ragazzi in collaborazione con scuole di Perugia. Nel corso degli ultimi anni si è occupato anche di riqualificazione urbana con interventi artistici nella periferia di Perugia. Dal 2019 ha iniziato a collaborare con l’attrice Astra Lanz per lo spettacolo dedicato a Borges GIUS(TO) BORGES allo specchio dello specchio, curando le illustrazioni di scena.