CHI SIAMOSOSTIENI APPASSIONATA5 X MILLEARCHIVIO STAGIONIRASSEGNE STAMPACONTATTI e NEWSLETTER

Alina Ibragimova con Samson Tsoy
Alina Ibragimova con Samson Tsoy

mercoledì 20 aprile 2022 - ore 21:00


Teatro Lauro Rossi – MACERATA

*** AVVISO IMPORTANTE ***

A causa di una positività al Covid-19 della violinista Alina Ibragimova prima della partenza per l'Italia, il concerto previsto per mercoledì 20 aprile alle ore 21 al Teatro Lauro Rossi subisce un cambiamento di un interprete e di programma musicale.
Al posto del duo violino e pianoforte, va in scena un concerto per pianoforte a quattro mani. Interpreti i pianisti Pavel Kolesnikov e Samson Tsoy.

*** RIMBORSO BIGLIETTO ***

I possessori del biglietto che, in seguito al cambio di programma, non desiderino più assistere al concerto possono chiederne il rimborso entro venerdì 22 aprile alla Biglietteria dei Teatri di Macerata (per info e modalità tel. 0733-230735, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

NUOVO PROGRAMMA

Pavel Kolesnikov con Samson Tsoy

mercoledì 20 aprile 2022 - ore 21:00


Teatro Lauro Rossi – MACERATA

Pavel Kolesnikov
pianoforte

Samson Tsoy
pianoforte

Photo © Eva Vermandel
VIVATICKET
ACQUISTA IL BIGLIETTO

N.B. Per l'acquisto del biglietto online rimane valido il vecchio link con Alina Ibragimova.

    

Biglietteria dei Teatri
Piazza Mazzini, 10 - 62100 Macerata (MC)
Dal martedì al sabato 09:00-12:00
Tel. 0733 230735
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Franz Schubert (1797 - 1828)
Sonata in si bemolle maggiore per pianoforte a quattro mani op.30 D.617 "La Grande"

Johannes Brahms (1833 - 1897)
Variazioni in mi bemolle maggiore, op. 23 per pianoforte a quattro mani sul "Geister Thema" (o Tema degli Spiriti) di Robert Schumann

* * *

Johannes Brahms (1833 - 1897)
Liebeslieder Waltzes, op.52 e op.65 (una selezione)

Franz Schubert (1797 - 1828)
Fantasia in fa minore op.103, D.940

Realizzato in collaborazione con



 

Pavel Kolesnikov

Nel 2012 il pianista Pavel Kolesnikov ha fatto scalpore al Concorso Pianistico Internazionale Honens quando si è aggiudicato il più importante premio pianistico del mondo. Da tempo residente a Londra, Kolesnikov è nato in Siberia in una famiglia di scienziati e ha studiato sia il pianoforte che il violino per dieci anni, prima di concentrarsi solo sul pianoforte. Dopo il suo debutto alla Wigmore Hall nel 2014, The Telegraph ha riservato al suo recital una rara recensione a cinque stelle e l'ha definito "una delle più memorabili occasioni del genere a cui Londra abbia assistito da parecchio tempo".

Celebrato per la sua programmazione fantasiosa e stimolante che offre all'ascoltatore una prospettiva fresca e spesso inaspettata su pezzi tanto eseguiti da risultare familiari all'ascolto, Pavel ha tenuto recital alla Wigmore Hall e alla Queen Elizabeth Hall di Londra, come parte delle International Piano Series, alla Carnegie Hall di New York e alla Konzerthaus di Berlino, al Louvre e alla Salle Gaveau di Parigi, alla Suntory Hall di Tokyo e al Muziekgebouw di Amsterdam. Negli ultimi anni si è esibito anche al festival La Roque d'Antheron, al Festival Musiq3 di Bruxelles, al Piano aux Jacobins di Tolosa e al Festival di Aldeburgh, tra gli altri. Nel 2020-21 è Artist in Residence alla Wigmore Hall, eseguendo tre recital durante la stagione.

Appassionato di ensemble, Kolesnikov si esibisce regolarmente in duo pianistico con Samson Tsoy e collabora con altri musicisti come il violoncellista Narek Akhnazarian, lo Hermes String Quartet e il Calidore String Quartet. Nel 2019 ha eseguito il ciclo completo delle sonate per violino e viola di Brahms con Lawrence Power. Ha formato il Trio Aventure con Elina Buksha e Aurelien Pascal.

Kolesnikov registra per Hyperion, con un repertorio che va dai pezzi per clavicembalo raramente ascoltati di Louis Couperin a Le stagioni di Tchaikovsky. Il suo album di Mazurche di Chopin ha vinto il Diapason d'Or de l'annee, uno dei premi più prestigiosi al mondo nel campo della registrazione. Il suo sesto album, Le variazioni Goldberg di Bach, è uscito nell'autunno 2020. Ha collaborato con la leggendaria ballerina belga Anne Teresa de Keersmaeker per un nuovo lavoro coreografico basato sulle Variazioni Goldberg che è stato presentato in anteprima nell'agosto 2020 al Wiener Festwochen ed è attualmente in tournée nel mondo.

Nel 2019, insieme a Samson Tsoy, Kolesnikov ha lanciato il Ragged Music Festival al Ragged School Museum, ex "ragged school" del dottor Barnardo nell'East End di Londra. Nello stesso anno Kolesnikov è stato premiato con il Critics' Circle Young Talent Award 2019 per il pianoforte, lodato per le sue "interpretazioni intensamente personali, spesso audaci nella loro originalità".

 


 

Samson Tsoy

Lodato per l'originalità e l'intensa drammaticità delle sue interpretazioni, il pianista Samson Tsoy è già stato invitato a esibirsi con rinomati direttori d'orchestra tra cui Valery Gergiev con la Mariinsky Orchestra, Alexander Vedernikov con la BBC Symphony Orchestra, Diego Masson e Maxim Emelyanychev con la Philharmonia Orchestra, Junajo Mena con la Real Filharmonía de Galicia e Roberto Minczuk con la Calgary Philharmonic Orchestra.

Sia come solista sia come musicista da camera, Samson si è esibito in sedi e festival prestigiosi in tutto il mondo, tra cui il Barbican, la Royal Festival Hall e la Queen Elizabeth Hall di Londra, il Theatre de la Ville e la Salle Gaveau (Parigi), il festival di Aldeburgh, la Konzerthaus di Berlino, il Kilkenny Arts Festival, il Verbier Festival, la Sala Verdi, il Montreaux September Musical Festival, il Plush Festival, il Festival Honens e il Rostropovich Festival. Nel settembre 2019, insieme a Pavel Kolesnikov ha lanciato un festival "seriamente affilato, ammirevole, assolutamente da vedere" (Classical music magazine), il 'Ragged Music Festival' nella East London, che ha ricevuto una recensione a 5 stelle su The Independent. Nel 2021 il festival è stato nominato per il South Bank Sky Arts Awards.

La pandemia globale del 2020 ha cambiato il calendario di ogni artista; durante l'estate del 2020 Samson Tsoy si è esibito nella Wigmore Hall lockdown recital series a giugno, al Fidelio Orchestra Cafe a luglio e al Bold Tendencies’ multi-storey car park ad agosto e settembre. Ogni recital è stato molto apprezzato dalla stampa londinese con recensioni a 5 stelle nel Sunday Times, The Guardian, The Independent, The Daily Mail, The Observer e The Arts Desk.