CHI SIAMOSOSTIENI APPASSIONATA5 X MILLEARCHIVIO STAGIONIRASSEGNE STAMPACONTATTI e NEWSLETTER
Pamela Lucciarini e L'Ensemble Recitarcantando
Pamela Lucciarini e L'Ensemble Recitarcantando
venerdì 06 aprile 2018 - ore 21
Teatro Lauro Rossi Macerata

Pamela Lucciarini
voce

Ensemble Recitarcantando
Maurizio Piantelli tiorba
Maria Cristina Cleary arpa doppia
Cristiano Contadin violone
coreografie Monica Minnucchi


L’acquisto dei biglietti con la Carta del Docente è possibile presso la Biglietteria dei Teatri di Macerata.

Trattato delle passioni / 1
La poesia degli affetti nella musica italiana del Seicento

Tristezza e maraviglia

Tristezza

Claudio Monteverdi (1567-1643)
Voglio di vita uscir

Bartolomeo Barbarino (ca 1568 - ca 1617)
Son morto, ahi lasso

Alessandro Stradella (1639-1682)
Apre l’uomo infelice

Barbara Strozzi (1619 -1677)
Lamento

Maraviglia

Sigismondo D’India (1562ca-1629)
Vorrei baciarti, o Filli

Francesca Caccini (1587-1640)
Oh, che nuovo stupor

Marc’Antonio Cesti (1623-1669)
Languia già l’alba

Claudio Monteverdi
Ohimè ch’io cado

Produzione

 



 

Pamela Lucciarini

Comincia l’attività come soprano nel Ensemble V. de Grandis col quale esegue a parti reali musica polifonica rinascimentale a cappella (Palestrina, Da Victoria, Di Lasso, Desprez, Marenzio). Dal 2005 collabora col liutista Maurizio Piantelli col quale tiene numerosi recitals di musica rinascimentale e di primo barocco (frottole, villanelle, madrigali a voce sola e lamenti). Nel 2002 vince il Premio “A. Corelli” col suo Ensemble Recitarcantando per l’esecuzione di Cantate di Vivaldi e arie di Haendel. Nel 2005 debutta con Bressan nel Don Giovanni di Mozart (Elvira).

Nel 2006 viene selezionata da Fabio Biondi per interpretare La Didone di Cavalli per l’Unione Musicale di Torino (in uno dei ruoli principali:Cassandra). Nel 2009 con Riccardo Muti si esibisce al Palais Garnier di Parigi e a Ravenna Festival con l’Opera Demofoonte di N. Jommelli (ruolo: Adrasto). Nello stesso anno con La Venexiana interpreta Amore e Valletto ne L’Incoronazione di C. Monteverdi a La Cité de la Musique e a Regensburg Festival e in seguito ne esegue l’incisione per Glossa. Negli anni successivi spazia il suo repertorio arrivando a Mozart e Rossini (Ascanio in Alba a Stavanger e Cenerentola a Cosenza). Con Europa Galante e Orchestra Barocca di Bologna esegue svariati Oratorii sacri di Pergolesi, Galuppi, Perti nei Festival Pergolesi – Spontini, Cuenca, Cracovia, Galuppi e Regensburg.

Con Recitarcantando viene chiamata ad effettuare trasmissioni radiofoniche per Rai 3 in diretta (“I concerti del Quirinale” e “Piazza Verdi”) nei quali esegue e illustra il repertorio cantatistico del seicento (musiche di Strozzi, Stradella, Carissimi, D. Mazzocchi). Nel 2011 con E. Onofri in prima moderna inscena Antigono di Mazzoni a Lisbona (CCB) effettuando una registrazione dal vivo per Dynamic (in uno dei ruoli principali: Demetrio). Si occupa da quel momento in maniera sistematica del repertorio virtuosistico di castrato (in special modo relativo ai cantanti Farinelli, Caffarerlli e Crescentini ) e del genere della Cantata italiana a cavallo tra Sei e Settecento approfondendo le relative tecniche vocali e la trattatistica del periodo. Indaga e trascrive alcune cantate inedite di Stradella, Caldara, Hasse, Crescentini, L.Rossi, Pasquini effettuando due registrazioni nel ruolo di direttore e cantante: A. Caldara – A. Lingua – Cantate (Clavis) e Le Cantate del Papa (Classic Antiqua). A questo repertorio dedica i suoi recitals solistici in duo con Tiorba, con Fortepiano, e con Orchestra. In duo e formazione da camera collabora con: M. Piantelli, L. Scandali, A. Ciccolini, F. Baroni e M. Mencoboni, Freitagsakademie, Pera Ensemble, Divino Sospiro, Accademia del Santo Spirito. In ensemble vocale: con Cappella Artemisia ha effettuato tournèe in Olanda e in Canada, con Cantar Lontano realizza soprattutto musica polifonica in parti reali e recitals di Arie del Seicento, con la direzione di Sergio Balestracci canta Madrigali di Da Venosa (VI libro) e J. De Wert (Gerusalemme liberata).

In duo con B. Zanichelli ha recentemente affrontato il repertorio Medioevale (musiche di H. von Bingen e H.de la Halle).

Negli ultimi due anni ha registrato per Tactus assieme al controtenore A. Carmignani delle Cantate di P. Porfiri (Bologna, 1692), ha partecipato alla trasmissione su Rai 1 TV Dreams road eseguendo “O salutaris Ostia” di Rossini, continua a tenere concerti come soprano solista per importanti Teatri e Festivals internazionali di musica antica assieme a Cantar Lontano, Orchestra Freitagsakademie, Cappella Artemisia ( Tongeren, Innsbruck, Utrecht, Stockholm, Anvers, Bern, Modena).

Nel 2016 ha registrato con Pera Ensemble un Cd in uscita nel 2017, ha tenuto recitals solistici in Arabia, Germania e in Svizzera, concerti di liederistica dell’Ottocento per voce, corno e pianoforte in Italia e in Germania. Parallelamente come pianista solista inaugura a Como il fortepiano di Rossini, concerta e suona nell’opera da camera di G. Balducci Scherzo a Jesi effettuando una registrazione dal vivo. Ha cantato accompagnandosi al fortepiano brani di liederistica a Pesaro e tiene recitals solistici con brani del Seicento accompagnandosi con il clavicembalo.