CHI SIAMOSOSTIENI APPASSIONATA5 X MILLEARCHIVIO STAGIONIRASSEGNE STAMPACONTATTI e NEWSLETTER
Apodiformes
Apodiformes WINDS AND PIANO
16 febbraio 2017 giovedì  ore 21
Teatro Lauro Rossi Macerata

Emiliano Zenodocchio
Flauto

Andrea Gallo
Oboe

Nadia Bortolamedi
Clarinetto

Andrea Caretta
Corno

Filippo Piagnani
Fagotto

Giovanni Cardilli
Pianoforte

VIVATICKET - ACQUISTA IL BIGLIETTO

Francis Poulenc (1899-1963)
Sextet
Allegro vivace - Divertissement: Andantino - Finale: Prestissimo

Jean Françaix (1912-1997)
L’Heure du Berger
Le Vieux Beaux
Moderato - Poco più vivo - Tempo 1

Pin-Up Girls
Andante molto serioso - Tempo giusto e poco meno vivo - Meno mosso - Più vivo - Vivo

Les Petites Nerveux
Allegro assai - Trio - Allegro assai - Coda

* * *

Vincent D’Indy (1851-1931)
Sarabande et Menuet op.72 (op.24 bis)

Albert Roussel (1869-1937)
Divertissement op.6

In collaborazione con

 



 

Apodiformes Winds and Piano

Apodiformes Winds and Piano è un gruppo da camera nato dal progetto Colibrì Ensemble, Orchestra da Camera di Pescara; i musicisti che lo compongono sono amici e colleghi della stessa orchestra. Ciascuno di loro collabora inoltre con enti e teatri quali il Teatro alla Scala, l’Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma, il Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, sotto le bacchette di prestigiosi direttori tra i quali quali, Lorin Maazel, Zubin Metha, Claudio Abbado, Daniel Harding, George Pretre, Andris Nelson. Hanno avuto modo di collaborare con importanti artisti del panorama nazionale ed internazionale come Alexander Lonquich, Enrico Dindo, Felice Cusano, Alessandro Moccia, Francesco Di Rosa, Andrea Oliva.

Il programma di questa sera ci introduce nel repertorio francese del Novecento per fiati e pianoforte, con brani di grande fascino e di non comune ascolto. La vena compositiva lieve, di immediata presa sul pubblico, semplice solo in apparenza, è una delle caratteristiche distintive di Francis Poulenc (1899-1963), autore prolifico che compose musica pianistica, da camera e vocale da camera, oltre a importanti opere teatrali, tra cui La voix humaine su testo di Jean Cocteau (1958). La sua felice capacità melodica, dimostrata anche nella corposa produzione di mélodies per voce e pianoforte, si unisce al gusto per l'armonizzazione raffinata, per dare vita a composizioni dallo stile immediatamente riconoscibile. Nel Sextet per pianoforte e quintetto di fiati, composto tra il 1932 e il 1939, sono evidenti sia le caratteristiche distintive dello stile di Poulenc, sia la sua conoscenza degli strumenti a fiato – ai quali dedicò una serie di celebri sonate – sia del pianoforte; Poulenc stesso, infatti, era un eccellente pianista. L'Allegro vivace parte da subito con grande slancio, grazie a una veloce scala ascendente che passa da uno strumento all'altro e sfocia in un movimento irruente, incisivo, quasi aspro. Un parte centrale a contrasto lenta e languida, introdotta da una cadenza del fagotto, mostra le più tipiche qualità melodiche di Poulenc, mentre il finale riprende il movimento iniziale, ritmato e brillante. Il Divertissement, Andantino, è una pagina distesa e cantabile che gioca sul dialogo tra gli strumenti, mentre il Finale, Prestissimo, conclude il brano con una girandola di elementi virtuosistici, sempre nel segno della leggerezza e dell'ironia.

L'ironia e la leggerezza – che non vuole dire superficialità – caratterizzano anche l'opera di Jean Françaix (1912-1997), compositore che può essere inserito nella corrente neo-classica per il suo legame con la tradizione e per il rifiuto delle arditezze e degli estremismi linguistici delle avanguardie novecentesche. In questo atteggiamento è simile a Poulenc, al quale lo accomuna anche l'abilità come pianista: i due compositori erano amici e hanno spesso suonato insieme in concerti a due pianoforti. L'umorismo e il richiamo alla musica d'uso del café chantant o anche del circo contraddistinguono L'heure du berger, una raccolta di tre pezzi caratteristici per pianoforte e quintetto di fiati (1947). Sembra che Françaix la abbia composta come musica di sfondo per i clienti di un caffè parigino che frequentava all'epoca: musica d'uso ironica e senza gravità, dunque, nella tradizione avviata da Erik Satie, che intendeva descrivere tre tipi di frequentatori del locale: Les vieux beaux (I vecchi dandies), che rievocano tra gioia e malinconia i bei tempi andati; Pin-Up girls, suggerite da sinuosi arpeggi dei fiati mentre il pianoforte tace; Les Petits nerveux (I bambini nervosi), infine, che scorrazzano senza freni nel locale.

La seconda parte del concerto ci trasporta indietro di qualche decennio, tra due grandi maestri della musica francese tra il XIX e il XX secolo. Allievo e prosecutore di César Franck, profondamente influenzato da Wagner, Vincent D'Indy (1851-1931) fu un celebrato compositore e didatta, fondatore della Schola Cantorum e della Société Nationale de Musique. Autore di un vasto catalogo, soprattutto di opere teatrali, D'Indy professava idee conservatrici e nazionaliste, in politica come in musica. Alla produzione cameristica appartiene Sarabande et Menuet, op.72 (op.24 bis), del 1918, che D'Indy adattò dalla sua Suite dans le style ancien, op.24, del 1886, per tromba, due flauti, due violini, viola e violoncello. La gravità dell'antica danza viene restituita nella Sarabande, una pagina intensa e meditativa caratterizzata da lunghi accordi dei fiati. Il Menuet, al cui interno è inserita una sezione in andamento più moderato, è invece un brano sereno e brillante, in cui il dialogo tra gli strumenti si svolge con grande equilibrio.

Nella sua lunga attività di didatta, D'Indy ebbe numerosi allievi che diventarono affermati musicisti, tra cui Erik Satie, Arthur Honegger, Isaac Albéniz, Cole Porter e Albert Roussel. Oggigiorno pressoché dimenticato, Roussel (1869-1937) godette di grande stima almeno fino alla prima metà del Novecento. Il compositore francese naturalizzato americano Edgard Varèse, per esempio, che era stato suo allievo, spese per tutta la vita parole di enorme stima nei suoi confronti. Compositore originale e raffinatissimo, maestro nell'orchestrazione e nell'uso innovativo del ritmo, Roussel è autore di un catalogo che comprende quattro sinfonie, quattro balletti, musica pianista, da camera e vocale da camera, musica religiosa e opere per pianoforte. Particolarmente pregevoli sono il balletto Le festin de l'araignée (1913), da cui il compositore derivò anche una suite sinfonica, e la Sinfonia n.3 (1929-30). Roussel si avvicinò da adulto alla composizione, dopo aver prestato servizio per molti anni nella Marina francese. Il Divertissement op.6, del 1905, è infatti uno dei suoi primi lavori. A differenza di altre sue composizioni coeve, fortemente influenzate da Debussy, Ravel e D'Indy, il Divertissement è innovativo e personale. Articolato in più sezioni che trapassano l'una nell'altra senza soluzione di continuità grazie a opportune variazioni agogiche, il brano mostra una notevole varietà di registri e sfumature timbriche ed armoniche, tenute insieme da un filo narrativo coerente, senza che si abbia mai un'impressione di frammentarietà.


NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

COOKIE POLICY

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l'esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online e di visualizzare pubblicità in linea con le proprie preferenze.

I cookies utilizzati in questo sito rientrano nelle categorie descritte di seguito. Se prosegui nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. In qualunque momento è possibile disabilitare i cookies presenti sul browser; ti ricordiamo che quest'opzione potrebbe limitare molte delle funzionalità di navigazione del sito.

ISTRUZIONI DISABILITAZIONE COOKIES DAI BROWSERS

Se si utilizza Internet Explorer
In Internet Explorer, fare clic su "Strumenti" poi "Opzioni Internet". Nella scheda Privacy, spostare il cursore verso l'alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentire a tutti i cookie, e quindi fare clic su OK.

Se si utilizza il browser Firefox
Vai al menu "Strumenti" del browser e selezionare il menu "Opzioni" Fare clic sulla scheda "Privacy", deselezionare la casella "Accetta cookie" e fare clic su OK.

Se si utilizza il browser Safari
In Browser della votazione, selezionare il menu "Modifica" e selezionare "Preferences". Clicca su "Privacy". Posizionare l'impostazione "cookies Block" sempre "e fare clic su OK.

Se si utilizza il browser Google Chrome
Fai clic sul menu Chrome nella barra degli strumenti del browser. Selezionare "Impostazioni". Fare clic su "Mostra impostazioni avanzate". Nella sezione "Privacy", fai clic sul pulsante "Impostazioni contenuti". Nella sezione "Cookies", selezionare "Non consentire ai siti per memorizzare i dati" e di controllo "cookie di blocco e di terze parti i dati sito", e quindi fare clic su OK.

Se usi un qualsiasi altro browser, cerca nelle Impostazioni del browser la modalità di gestione dei cookies.

COSA SONO I COOKIES

I cookies sono piccoli file di testo che vengono automaticamente posizionati sul PC del navigatore all'interno del browser. Essi contengono informazioni di base sulla navigazione in Internet e grazie al browser vengono riconosciuti ogni volta che l'utente visita il sito.

GESTIONE DEI COOKIE

COOKIE TECNICI
Attività strettamente necessarie al funzionamento
Questi cookies hanno natura tecnica e permettono al sito di funzionare correttamente. Ad esempio, mantengono l'utente collegato durante la navigazione evitando che il sito richieda di collegarsi più volte per accedere alle pagine successive.

Attività di salvataggio delle preferenze
Questi cookie permettono di ricordare le preferenze selezionate dall'utente durante la navigazione, ad esempio, consentono di impostare la lingua.

Attività Statistiche e di Misurazione dell'audience
Questi cookie ci aiutano a capire, attraverso dati raccolti in forma anonima e aggregata, come gli utenti interagiscono con i nostri siti internet fornendoci informazioni relative alle sezioni visitate, il tempo trascorso sul sito, eventuali malfunzionamenti. Questo ci aiuta a migliorare la resa dei nostri siti internet.

COOKIE DI PROFILAZIONE DI TERZA PARTE
Facciamo uso di svariati fornitori che possono a loro volta installare cookies per il corretto funzionamento dei servizi che stanno fornendo. Se desiderate avere informazioni relative a questi cookie di terza parte e su come disabilitarli vi preghiamo di accedere ai link delle tabelle qui di seguito.

Cookies tecnici atti al corretto funzionamento di servizi terzi
Questi cookie ci permettono di monitorare le performance del sito. Qui di seguito l'elenco dei servizi utilizzati e i link alle rispettive pagine di privacy policy.

Google Maps Virtual Tour: componente web Cookie tecnico strettamente necessario (nome del cookie: khcookie) privacy policy

 

Cookie Statistici e di Misurazione dell'audience di terza parte
Questi cookie (servizi web di terza parte) forniscono informazioni anonime / aggregate sul modo in cui i visitatori navigano sul sito. Di seguito i link alle rispettive pagine di cookies policy.

Google Google Analytics: sistema di statistiche Cookies analitici privacy policy
Adobe Adobe Analytics: sistema di statistiche Cookies analitici privacy policy
Nielsen SiteCensus: sistema di statistiche Cookies analitici privacy policy

 

Cookies di profilazione a fini pubblicitari e per il remarketing
Questi cookie (servizi di advertising di terza parte) vengono utilizzati al fine di inviare pubblicità e contenuti personalizzati in base alla cronologia di navigazione sul sito stesso. Di seguito i link alle rispettive pagine di privacy policy e al modulo di consenso dove è possibile disabilitare l'uso dei cookies di profilazione del servizio di terza parte.

Neodata Servizio di advertising Cookies di advertising privacy policy modulo di consenso
Improve Digital Servizio di advertising Cookies di advertising privacy policy modulo di consenso
Google AdSense Servizio di advertising Cookies di advertising privacy policy modulo di consenso

Attenzione:
è importante ricordare che la disabilitazione dei cookies di profilazione non significa che non riceverete più pubblicità navigando sul sito ma semplicemente che la pubblicità che vedrete non sarà selezionata in base ai vostri interessi e quindi potrà essere meno rilevante.

Cookie di social media sharing
Questi cookie di terza parte vengono utilizzati per integrare alcune diffuse funzionalità dei principali social media e fornirle all'interno del sito. In particolare permettono la registrazione e l'autenticazione sul sito tramite facebook e google connect, la condivisione e i commenti di pagine del sito sui social, abilitano le funzionalità del "mi piace" su Facebook e del "+1" su G+.
E' possibile disabilitare l'uso dei cookies di social media sharing attraverso i link qui di seguito.

Facebook social media privacy policy
G+ social media privacy policy
Twitter social media privacy policy